Articoli

Ingredienti per 4 persone

320g Pasta250g Mozzarella
300g Melanzane400g polpa di Pomodoro
1 CipollaBasilico qualche foglia
Olio di semi di arachidi per friggere q.b.Olio Evo q.b.
Sale fino q.b.Pepe q.b.
Sale grosso q.b.Farina 00 q.b.
Difficoltà: facile
Preparazione e cottura: 40 min
Costo: basso

Procedimento

Lavare le melanzane, tagliare le due estremità e ridurle in cubetti di circa 1 cm per lato. Fare riposare le melanzane, coperte da sale grosso, in uno scolapasta per almeno un’ora, allo scopo di  far fuoriuscire l’acqua amara del vegetale. 

Successivamente sciacquare velocemente i cubetti sotto acqua fredda corrente per eliminare il  sale in eccesso e asciugarli con un canovaccio pulito.

Friggere le  melanzane, dopo averle solo infarinate, in abbondante olio di semi di arachidi bollente e, una volta resa la superficie dorata, scolarle e posarle su qualche foglio di carta assorbente/carta fritti.

Preparare il sugo tritando dapprima la cipolla, per poi versarla in una pentola cosparsa di olio extra vergine d’oliva e, dopo averla fatta soffriggere, aggiungere la salsa, un pizzico di sale ed un pizzico di pepe. 

Quando al sugo mancheranno pochi minuti di cottura aggiungere le melanzane fritte. Mettere sul fuoco una pentola d’acqua e, una volta giunta ad ebollizione, tuffare la pasta e lasciarla cuocere per il tempo indicato sulla confezione. Scolare la pasta leggermente al dente e versarla nel sugo con le melanzane.

Aggiungere la mozzarella tagliata grossolanamente e far cuocere finché il latticino non si sarà completamente sciolto ed amalgamato. Impiattare guarnendo, a piacere, con foglie di basilico fresco, pepe e qualche dadino di melanzana tenuto da parte in precedenza.

Buon appetito Cibonauti!
Scopri altre ricette nella pagina dedicata

Ingredienti per 4 persone

12 Gamberi rossi12 Alici
4 Triglie 350g Calamari
4 Filetti di Merluzzo Farina 00 q.b.
Sale q.b. Olio di arachidi q.b.
Difficoltà: facile
Preparazione e cottura: 40 min
Costo: alto

Procedimento

Pulire il pesce, sciacquarlo sotto abbondante acqua fredda corrente e lasciarlo asciugare per qualche minuto.

In un recipiente capiente versare abbondante farina di tipo 00.

Infarinare il pesce. Riporre il pesce in un colino e, scuotendolo, eliminare la farina in eccesso.

Riversare in una pentola con bordi abbastanza alti l’Olio e portare ad alta temperatura. Immergere il pesce nell’olio e far friggere per alcuni minuti, finché la superficie non sarà dorata in modo omogeneo.

Prima di servire, fare riposare la frittura su un piatto coperto da carta assorbente. Salare a piacere e servire la pietanza ancora calda.

Buon appetito Cibonauti!
Scopri altre ricette nella pagina dedicata

Ingredienti per 2 persone

400g AgnelloAneto q.b
100g Mirtilli 1 noce di burro
2 Banane Sale q.b
4 foglie di basilicoOlio Arachidi q,b
Difficoltà: media
Preparazione e cottura: 40 min
Costo: medio

Procedimento

Rimuovere il grasso in eccesso dall’agnello conservandone qualche pezzo e condire con sale, olio e aneto. Affettare due banane poco mature a fettine.

In un pentolino versare due bicchieri di acqua, 4 cucchiai di zucchero e raggiunto il bollore aggiungere i mirtilli. Cuocere per circa 10 minuti

In una padella scaldare l’olio di arachidi e calare le banane a fette e rimuovere una volta dorate, asciugare con carta per frittura.

In una padella scaldare una noce di burro e un pezzo del grasso di agnello, aggiungere la carne e far rosolare ambo i lati.

Impiattare versando la salsa di mirtilli, il carrè di agnello e rifinire con le banane fritte e qualche foglia di basilico.

Buon appetito Cibonauti!
Scopri altre ricette nella pagina dedicata

Ingredienti per 4 persone

1kg farina700g Pomodori
700ml Acqua naturaleOrigano q.b
3g Lievito di birra 1L Olio di semi di girasole
25g Sale 3 Cucchiai olio evo
Difficoltà: media
Preparazione e cottura: 2 ore (impasto) + 40 min.
Costo: medio

Procedimento

Setacciare la farina, versare in un recipiente capiente l’acqua naturale e sciogliere all’interno il lievito. Aggiungere la farina setacciata un po’ alla volta girando con una sola mano in senso orario. Aggiunta gran parte della farina, versare il sale disciolto in un bicchiere di acqua. Amalgamato quest’ultimo, aggiungere l’olio evo e continuare ad impastare fino a completo assorbimento.

Adagiare l’impasto su una spianatoia e impastare per circa 20/25 minuti. Aggiungere altra farina all’occorrenza e prestare attenzione all’impasto che deve rimanere morbido e idratato ma non attaccarsi alle mani. Dopo la lavorazione fare un panetto e con un coltello disegnare sopra una croce. Coprire con il recipiente dell’impasto o un canovaccio e far riposare per un’ora.

Effettuare delle pieghe da ambo i lati dell’impasto. Dall’esterno verso il centro del panetto. Ripetere l’azione per 3 volte ad intervalli di 15 minuti. Ultimato questo processo, posizionare il panetto nel recipiente, sigillare con pellicola e riporre in frigo, nello scompartimento superiore a quello apposito per le verdure per 48 ore.

Riposizionare l’impasto su un tagliere e creare dei piccoli panetti da 80/100 grammi ciascuno. Coprire con dei canovacci umidi e lasciare riposare per circa 3 ore.

Scaldare in una padella capiente, abbondante olio di semi di Girasole, ricavare dai panetti delle piccole strisce di impasto e immergerle in olio bollente. Prelevare dopo circa 1 minuto e asciugare con cura utilizzando carta per frittura.

Tagliare i pomodori a cubetti, condire con sale, olio evo e origano. Versare sulle striscette di pizza fritta e l’antipasto è pronto.

Buon appetito Cibonauti!
Scopri altre ricette nella pagina dedicata

Ingredienti per 4 persone

1Kg Farina “0”1L Salsa di pomodoro
700ml Acqua naturale 700g Fiordilatte
3g Lievito di birra Basilico fresco q.b
25g SaleParmigiano grattugiato q.b
3 Cucchiai olio Evo1L Olio di semi di girasole
Difficoltà: media
Preparazione e cottura: 48 min per impasto e 1 h per frittura
Costo: medio

Procedimento

Setacciare la farina, versare in un recipiente capiente l’acqua naturale e sciogliere all’interno il lievito. Aggiungere la farina setacciata un po’ alla volta girando con una sola mano in senso orario. Aggiunta gran parte della farina, versare il sale disciolto in un bicchiere di acqua. Amalgamato quest’ultimo, aggiungere l’olio evo e continuare ad impastare fino a completo assorbimento.

Adagiare l’impasto su una spianatoia e impastare per circa 20/25 minuti. Aggiungere altra farina all’occorrenza e prestare attenzione all’impasto che deve rimanere morbido e idratato ma non attaccarsi alle mani. Dopo la lavorazione fare un panetto e con un coltello disegnare sopra una croce. Coprire con il recipiente dell’impasto o un canovaccio e far riposare per un’ora.

Effettuare quindi all’impasto le pieghe per tre volte, a distanza di 15 minuti una dall’altra. Operazione che consiste nell’effettuare delle pieghe da ambo i lati dall’esterno verso il centro del panetto. Ultimato questo processo, posizionare il panetto nel recipiente, sigillare con pellicola e riporre in frigo, nello scompartimento superiore a quello apposito per le verdure per 48 ore.

Riposizionare l’ impasto su una spianatoia e tagliare in piccoli panetti da 80/100 grammi ciascuno. Coprire con dei canovacci umidi e lasciare riposare per circa 3 ore. Tagliare la mozzarella a cubetti e spremerla per eliminare l’acqua in eccesso. Scaldare in un pentolino il pomodoro insieme ad un filo d’olio evo e un dente d’aglio.

In una padella capiente scaldare un litro d’olio di semi di girasole e iniziare a stendere i panetti partendo dal centro e andando verso l’esterno. Immergere nell’olio bollente e versare l’olio sulla parte scoperta della pizza. Prelevare la pizza una volta dorata e asciugare con carta da frittura. Aggiungere un mestolo di salsa di pomodoro, qualche cubetto di mozzarella, una spolverata di parmigiano, una foglia di basilico e un filo d’olio evo.

Buon appetito Cibonauti!
Scopri altre ricette nella pagina dedicata

Ingredienti

Patate: 3/4Pepe: q.b.
Cozze: 12Olio di semi di girasole
Guanciale: 4/6 fettePangrattato: q.b.
Sale: q.b.2 bicchierini
Difficoltà: media
Preparazione e cottura: 30 min
Costo: medio

Procedimento per 2 porzioni

Laviamo le patate e le immergiamo in una pentola con acqua bollente, salata.

Puliamo bene le cozze e laviamole per eliminare eventuali residui di alghe. Disponiamole in una padella, aggiungiamo un filo d’acqua e copriamo il tutto con un coperchio. Aspettiamo che si aprano.

Sgusciamo le cozze una volte pronte e lasciamole raffreddare qualche minuto. Procediamo ad impanarle nel pan grattato. Peliamo e schiacciamo le patate ormai lesse.

A fiamma bassa portiamo a cottura le fette di guanciale in una padella grande. Saranno pronte quando dorate e croccanti.
Friggiamo le cozze in olio di semi di girasole. Pochi secondi e scoliamo i frutti. Facciamo assorbire l’olio in eccesso servendoci di carta fritti.

Ultimiamo la nostra crema di patate, aggiungendo un filo di olio Evo, un pizzico di pepe e mezzo mestolo di acqua di cottura delle patate. Frulliamo il tutto e procediamo all’impiattamento, utilizzando un bicchierino non molto alto. Sul fondo aggiungiamo 3 cucchiai di crema di patate, le cozze fritte e le fette di guanciale a decorare in piedi.

Buon appetito Cibonauti!

Ingredienti: (per circa 70 polpettine)

  • carne trita macinato scelto 500g
  • 3 uova medie
  • pane secco (ci servirà la mollica)
  • parmigiano reggiano 150 g
  • prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe nero q.b
  • olio per friggere

Procedimento:

Per prima cosa prendiamo il nostro pane secco e lo bagniamo affinché la mollica si ammorbidisca. Prendiamo ora una ciotola abbastanza grande dove andremo a preparare la nostra base per le polpettine.

Versiamo nella ciotola il nostro macinato scelto ed aggiungiamo la mollica di pane, il prezzemolo, il formaggio grattugiato, il sale ed il pepe. Mischiamo il tutto con le nostre mani. A questo punto aggiungiamo le uova e con l’aiuto di un mestolo o una cucchiarella, amalgamiamo bene il tutto.

A questo punto non ci resta che dare forma alle nostre polpette. La grandezza ideale è quella di una ciliegia.

Una volta preparate non ci resta che friggere. Potete scegliere se buttarle nell’olio cosi come sono state preparate oppure passarle nella farina, nell’uovo e poi nel pangrattato. Il secondo metodo e consigliato se si vuol dare una maggiore croccantezza.

VISITA LA NOSTRA GALLERY E SCOPRI GUSTOSE E STUZZICANTI PROPOSTE!