Articoli

Come rendere la cena di San Valentino indimenticabile? Nel giorno più romantico dell’anno, l’idea perfetta è affidarsi a Collesi, un’azienda che da sempre si dedica con passione e artigianalità ai piaceri del buon bere. Dal momento dell’aperitivo al dopocena, due le proposte per la sera del 14 febbraio: la birra rossa Ubi e il Gin Collesi.

Per il suo gusto dolce e minerale, dall’intenso profumo di caramello, spezie e nocciole tostate, la birra artigianale Collesi Ubi può essere degustata a ogni portata, ideale con formaggi stagionati e a crosta fiorita, ma anche con cioccolato e piccola pasticceria. Premiata come miglior birra scura al mondo ai World Beer Awards 2018, il suo colore rosso ambrato e la sua schiuma delicatamente ramata renderanno ancora più romantica la cena degli innamorati.

Come ogni altra Collesi, anche Ubi è una birra ad alta fermentazione, non pastorizzata e con rifermentazione naturale in bottiglia. Seguendo l’antica ricetta dei monaci belgi, il birrificio marchigiano ne interpreta la tradizione selezionando i migliori orzi, coltivati direttamente nelle sue tenute, e curando ogni dettaglio per offrire un prodotto artigianale di alta qualità.

Per concludere la serata con originalità e dolcezza, un cocktail preparato con il Gin Collesi, frutto di materie prime eccellenti: l’acqua purissima del Monte Nerone, le bacche di ginepro dell’Appennino, i migliori orzi, e soprattutto le visciole, una pregiata varietà di ciliegia che esalta il mix di botaniche 100% made in Italy (tra cui luppolo, rosa selvatica, guscio di noce, scorza d’arancio e limone). Un’esperienza sensoriale unica che l’ha reso vincitore ai World Gin Awards 2018 nella categoriaContemporary Style, e che garantirà un San Valentino all’insegna dell’eleganza e della seduzione.

Prezzo al pubblico: Collesi Ubi da € 9, Gin Collesi da € 28.

Scarica il comunicato: contiene ricette per preparare cocktail con Gin Collesi.

La rossa Ubi conquista l’oro alla finale dei World Beer Awards

 

Ha sbaragliato 2.300 birrifici provenienti da 50 Paesi conquistando l’ambita medaglia d’oro ai World Beer Awards 2018 come “World’s Best Dark Beer”.
È vero trionfo per Collesi, l’artigianale italiana più premiata nel mondo.

La finale che ha premiato le 9 migliori birre del mondo in altrettante tipologie (più una per il label design) si è tenuta a Londra, dopo un lungo processo di selezione e votazione, che ha coinvolto per ben tre fasi una giuria internazionale di 100 esperti provenienti da tre continenti.

Quello dei World Beer Awards rappresenta uno dei riconoscimenti più prestigiosi nel settore, perché scatta “un’affascinante fotografia di quelli che sono le migliori birre attualmente prodotte nel mondo”, come ha dichiarato il presidente dei WBA Adrian Tierney-Jones. Fra queste, appunto, spicca da oggi l’etichetta Collesi Ubi.

La scalata ai World Beer Awards 2018 era iniziata con un oro sempre per Ubi nella categoria “World’s Best Style” come “Belgian Dubbel”, accanto a un oro per la Ipa e un argento per la nera Maior entrambe “Italy Winners” nella classifica parziale per Paese.

In generale, ad ogni edizione in cui ha concorso negli anni, Collesi ha sempre raggiunto il podio delle classifiche intermedie, dove spesso ha morso l’oro fra le etichette italiane, se non quello per i “World’s Best Style”.

Salgono così a oltre 100 i riconoscimenti tributati alle birre prodotte nelle Marche da Giuseppe Collesi: «Quando ho iniziato questa avventura 10 anni fa, ospitando ad Apecchio per la prima volta un mastro birraio belga, Marc Knops, mai avrei pensato di raggiungere in così breve tempo un risultato di tale livello. Credo che il nostro successo risieda nei valori su cui, da sempre, basiamo il nostro lavoro: l’impegno, le scelte etiche, i progetti, il rispetto del territorio.
Così come nelle materie prime che ci distinguono, uniche e non replicabili: l’acqua straordinaria e il clima di questa zona dell’Appennino, ideale per la produzione di birra, oltre ai migliori orzi coltivati nelle nostre tenute e lavorati sul territori marchigiano. Veder riconosciuta una delle nostre birre con la qualifica ufficiale di “migliore al mondo” ai World Beer Awards è come vedersi consegnare un Oscar!».

Scarica il comunicato stampa

 

LE TENUTE COLLESI

Fondato nel 2007, oggi il birrificio Collesi è sinonimo di eccellenza artigianale italiana, attenzione per le materie prime di qualità, rispetto per la tradizione e amore per il territorio.
Azienda di 14 dipendenti, un fatturato di 3,8 milioni nel 2017 e una capacità produttiva annuale di 15.000 hl, che mirano a diventare il triplo nei prossimi 3 anni, oggi Collesi è uno dei principali birrifici artigianali italiani.

Nelle tenute che circondano lo stabilimento, a 700 metri di altitudine sull’Appennino Marchigiano (Apecchio, PU), vengono selezionati e coltivati i migliori orzi, poi sottoposti a rigidi controlli microbiologici e organolettici lungo tutta la filiera. A ciò si aggiunge la purezza dell’acqua di sorgente che sgorga da questi monti: una fra le migliori in Europa per la produzione di birra, e ideale perché ricca di sali minerali. Infine, seguendo l’antica e preziosa ricetta dei monaci belgi, i Mastri Birrai di Collesi reinterpretano la sapienza di una storia brassicola secolare, per creare una birra artigianale unica, ad alta fermentazione, non pastorizzata e con rifermentazione naturale in fusto o in bottiglia.

Ad oggi, per Collesi il mercato estero genera il 70% del fatturato con Stati Uniti, Inghilterra, Francia e Giappone fra i principali Paesi. In Italia è distribuito con la sua birra in bottiglia da D&C (gruppo Eurofood) e per quanto riguarda la birra alla spina da Dibevit Import Srl (gruppo Heineken) con cui ha siglato un accordo proprio a gennaio di quest’anno (2018).

www.collesi.com